Ricerca:

 
 
 
   
 


 














   
     
   








CAPELLI LINEA BIOKAP

 
 Occhiali STENOPEICI
 
  COSA SONO?
Sono occhiali a fori stenopeici: al posto delle lenti hanno degli schermi neri su cui sono stati applicati dei piccoli fori secondo uno schema preciso. Sono utilizzati da Miopi, Astigmatici, Ipermetropi, Presbiti.

A COSA SERVONO?
I fori rotondi di questi schermi, con la loro particolare distri-buzione con uno schema ben preciso, fanno sì che l’immagi-ne dell’oggetto osservato cada automaticamente sul punto più sensibile della retina, senza che sia necessario mettere a fuoco. In questo modo anche chi ha problemi di vista e cioè ha occhi che per qualche motivo non mettono a fuoco correttamente, può, guardando attraverso questi schermi, vederci meglio che a occhio nudo. E’ possibile fare una prova togliendo le lenti correttive, osservando un oggetto che non si vede bene, e successivamente riguardarlo indossando i bio-occhiali

I fori di questi occhiali inducono l'occhio a cercare la luce attraverso di essi, favorendo dei micro movimenti oculari continui che costituiscono un'ottima ginnastica passiva ai fini della riabilitazione e del rilassamento della muscolatura che circonda l'occhio, mentre le lenti da vista e abitudini visive scorrette tendono ad irrigidire questi muscoli con conseguenze negative sull'efficienza visiva.
Con l'uso di questi occhiali l'oscillazione saccadica è stimolata e riabilitata, come raccomandato dal dottor Bates, nel suo Metodo di miglioramento della vista con mezzi naturali.
Con un uso graduale ma costante dei bio-occhiali si aumenta la vitalità e l’elasticità dei muscoli oculari così come aumentano anche le abilità percettiva legate alla vista, mentre gli occhi si ossigenano, si lubrificano, diminuisce lo sforzo nella messa a fuoco e si riduce la tensione, i bruciori e il senso di stanchezza.
Tutto ciò può tradursi in un miglioramento visivo vero e proprio.

Attenzione: questi occhiali si intendono rieducativi non solo perché attraverso di essi ci si vede meglio, ma perché inducono l'occhio a muoversi velocemente da un foro all'altro e insegnano un modo diverso e più efficace di usare la vista. Il fatto di potere vedere attraverso i fori meglio che a occhi nudo è utile perché facilita l'impiego di questi occhiali.

COME SI USANO
L'uso dei bio-occhiali deve essere costante per almeno sei mesi ed è necessario un periodo di graduale adattamento che varia da persona a persona. Si può cominciare con un uso di dieci, quindici minuti al giorno fino ad arrivare a circa due ore di uso giornaliero non continuativo. Devono essere usati per guardare cose che non si vedono bene ad occhio nudo senza correzione alcuna.
Proteggono gli occhi da un'eccessiva esposizione alla luce e in alcuni casi possono sostituire gli occhiali da sole, ma non hanno schermi UV. Non vanno usati per guidare, per fare movimenti veloci, in situazioni potenzialmente pericolose o quando non c'è luce sufficiente. Sono invece consigliati per leggere, guardare la televisione o lo schermo del computer e per riabituare gli occhi alla luce.
Se vengono usati in modo rilassato e con la giusta quantità di luce la percezione del reticolato tende a scomparire. Inizialmente possono dare sdoppiamento dell’immagine: in tal caso è bene stare fermi, rilassare il collo e osservare un oggetto fermo, respirando regolarmente senza farsi distrarre dal reticolato. Togliere igli occhiali quando si è stanchi di usarli, senza forzare.Terminato l’uso si consiglia di stare qualche minuto a occhi liberi, prima di indossare di nuovo gli occhiali da vista.
Dopo alcuni mesi di utilizzo degli occhiali stenopeici o non appena si dovesse riscontrare un miglioramento visivo anche minimo è bene fare rivalutare la propria vista da un professionista.

 
 Gli occhiali stenopeici, malgrado la loro presenza nel mercato italiano da diversi anni, sono ancora poco conosciuti, per via forse dell'esistenza di un solo produttore e per il costo un poco elevato.

In realtà quando le persone comprendono l'utilità di questo tipo di occhiali, non si preoccupano certo della spesa. Il costo più basso serve probabilmente per un primo approccio.


La caratteristica principale è data dal foro più grande rispetto quelli di prima generazione, consentendo una maggiore facilità d'uso, una minor necessità di forte luce, e minor effetto di sdoppiamento.

Inoltre sono prodotti artigianalmente, viene così curata nel dettaglio la precisione della disposizione della foratura.

 

BIOCCHIALE F

 
 
 
 
 

 

 

 Disponibilità:

 
BIOCCHIALE Fuoco

 
COSA SONO?
Sono occhiali a fori stenopeici: al posto delle lenti hanno degli schermi neri su cui sono stati applicati dei piccoli fori secondo uno schema preciso. Sono utilizzati da Miopi, Astigmatici, Ipermetropi, Presbiti.

A COSA SERVONO?
I fori rotondi di questi schermi, con la loro particolare distri-buzione con uno schema ben preciso, fanno sì che l’immagi-ne dell’oggetto osservato cada automaticamente sul punto più sensibile della retina, senza che sia necessario mettere a fuoco. In questo modo anche chi ha problemi di vista e cioè ha occhi che per qualche motivo non mettono a fuoco correttamente, può, guardando attraverso questi schermi, vederci meglio che a occhio nudo. E’ possibile fare una prova togliendo le lenti correttive, osservando un oggetto che non si vede bene, e successivamente riguardarlo indossando i bio-occhiali

I fori di questi occhiali inducono l'occhio a cercare la luce attraverso di essi, favorendo dei micro movimenti oculari continui che costituiscono un'ottima ginnastica passiva ai fini della riabilitazione e del rilassamento della muscolatura che circonda l'occhio, mentre le lenti da vista e abitudini visive scorrette tendono ad irrigidire questi muscoli con conseguenze negative sull'efficienza visiva.
Con l'uso di questi occhiali l'oscillazione saccadica è stimolata e riabilitata, come raccomandato dal dottor Bates, nel suo Metodo di miglioramento della vista con mezzi naturali.
Con un uso graduale ma costante dei bio-occhiali si aumenta la vitalità e l’elasticità dei muscoli oculari così come aumentano anche le abilità percettiva legate alla vista, mentre gli occhi si ossigenano, si lubrificano, diminuisce lo sforzo nella messa a fuoco e si riduce la tensione, i bruciori e il senso di stanchezza.
Tutto ciò può tradursi in un miglioramento visivo vero e proprio.

Attenzione: questi occhiali si intendono rieducativi non solo perché attraverso di essi ci si vede meglio, ma perché inducono l'occhio a muoversi velocemente da un foro all'altro e insegnano un modo diverso e più efficace di usare la vista. Il fatto di potere vedere attraverso i fori meglio che a occhi nudo è utile perché facilita l'impiego di questi occhiali.

COME SI USANO
L'uso dei bio-occhiali deve essere costante per almeno sei mesi ed è necessario un periodo di graduale adattamento che varia da persona a persona. Si può cominciare con un uso di dieci, quindici minuti al giorno fino ad arrivare a circa due ore di uso giornaliero non continuativo. Devono essere usati per guardare cose che non si vedono bene ad occhio nudo senza correzione alcuna.
Proteggono gli occhi da un'eccessiva esposizione alla luce e in alcuni casi possono sostituire gli occhiali da sole, ma non hanno schermi UV. Non vanno usati per guidare, per fare movimenti veloci, in situazioni potenzialmente pericolose o quando non c'è luce sufficiente. Sono invece consigliati per leggere, guardare la televisione o lo schermo del computer e per riabituare gli occhi alla luce.
Se vengono usati in modo rilassato e con la giusta quantità di luce la percezione del reticolato tende a scomparire. Inizialmente possono dare sdoppiamento dell’immagine: in tal caso è bene stare fermi, rilassare il collo e osservare un oggetto fermo, respirando regolarmente senza farsi distrarre dal reticolato. Togliere igli occhiali quando si è stanchi di usarli, senza forzare.Terminato l’uso si consiglia di stare qualche minuto a occhi liberi, prima di indossare di nuovo gli occhiali da vista.
Dopo alcuni mesi di utilizzo degli occhiali stenopeici o non appena si dovesse riscontrare un miglioramento visivo anche minimo è bene fare rivalutare la propria vista da un professionista.

 
 
 
 
 
 

 
 
 

Quantità
  Metti nel carrello
  esamina il carrello

BIOCCHIALE T

 
 
 
 
 

 

 

 Disponibilità:

 
BIOCCHIALE Terra

 
COSA SONO?
Sono occhiali a fori stenopeici: al posto delle lenti hanno degli schermi neri su cui sono stati applicati dei piccoli fori secondo uno schema preciso. Sono utilizzati da Miopi, Astigmatici, Ipermetropi, Presbiti.

A COSA SERVONO?
I fori rotondi di questi schermi, con la loro particolare distri-buzione con uno schema ben preciso, fanno sì che l’immagi-ne dell’oggetto osservato cada automaticamente sul punto più sensibile della retina, senza che sia necessario mettere a fuoco. In questo modo anche chi ha problemi di vista e cioè ha occhi che per qualche motivo non mettono a fuoco correttamente, può, guardando attraverso questi schermi, vederci meglio che a occhio nudo. E’ possibile fare una prova togliendo le lenti correttive, osservando un oggetto che non si vede bene, e successivamente riguardarlo indossando i bio-occhiali

I fori di questi occhiali inducono l'occhio a cercare la luce attraverso di essi, favorendo dei micro movimenti oculari continui che costituiscono un'ottima ginnastica passiva ai fini della riabilitazione e del rilassamento della muscolatura che circonda l'occhio, mentre le lenti da vista e abitudini visive scorrette tendono ad irrigidire questi muscoli con conseguenze negative sull'efficienza visiva.
Con l'uso di questi occhiali l'oscillazione saccadica è stimolata e riabilitata, come raccomandato dal dottor Bates, nel suo Metodo di miglioramento della vista con mezzi naturali.
Con un uso graduale ma costante dei bio-occhiali si aumenta la vitalità e l’elasticità dei muscoli oculari così come aumentano anche le abilità percettiva legate alla vista, mentre gli occhi si ossigenano, si lubrificano, diminuisce lo sforzo nella messa a fuoco e si riduce la tensione, i bruciori e il senso di stanchezza.
Tutto ciò può tradursi in un miglioramento visivo vero e proprio.

Attenzione: questi occhiali si intendono rieducativi non solo perché attraverso di essi ci si vede meglio, ma perché inducono l'occhio a muoversi velocemente da un foro all'altro e insegnano un modo diverso e più efficace di usare la vista. Il fatto di potere vedere attraverso i fori meglio che a occhi nudo è utile perché facilita l'impiego di questi occhiali.

COME SI USANO
L'uso dei bio-occhiali deve essere costante per almeno sei mesi ed è necessario un periodo di graduale adattamento che varia da persona a persona. Si può cominciare con un uso di dieci, quindici minuti al giorno fino ad arrivare a circa due ore di uso giornaliero non continuativo. Devono essere usati per guardare cose che non si vedono bene ad occhio nudo senza correzione alcuna.
Proteggono gli occhi da un'eccessiva esposizione alla luce e in alcuni casi possono sostituire gli occhiali da sole, ma non hanno schermi UV. Non vanno usati per guidare, per fare movimenti veloci, in situazioni potenzialmente pericolose o quando non c'è luce sufficiente. Sono invece consigliati per leggere, guardare la televisione o lo schermo del computer e per riabituare gli occhi alla luce.
Se vengono usati in modo rilassato e con la giusta quantità di luce la percezione del reticolato tende a scomparire. Inizialmente possono dare sdoppiamento dell’immagine: in tal caso è bene stare fermi, rilassare il collo e osservare un oggetto fermo, respirando regolarmente senza farsi distrarre dal reticolato. Togliere igli occhiali quando si è stanchi di usarli, senza forzare.Terminato l’uso si consiglia di stare qualche minuto a occhi liberi, prima di indossare di nuovo gli occhiali da vista.
Dopo alcuni mesi di utilizzo degli occhiali stenopeici o non appena si dovesse riscontrare un miglioramento visivo anche minimo è bene fare rivalutare la propria vista da un professionista.

 
 
 
 
 
 

 
 
 

Quantità
  Metti nel carrello
  esamina il carrello

BIOCCHIALE A

 
 
 
 
 

 

 

 Disponibilità:

 
BIOCCHIALE Acqua

 
COSA SONO?
Sono occhiali a fori stenopeici: al posto delle lenti hanno degli schermi neri su cui sono stati applicati dei piccoli fori secondo uno schema preciso. Sono utilizzati da Miopi, Astigmatici, Ipermetropi, Presbiti.

A COSA SERVONO?
I fori rotondi di questi schermi, con la loro particolare distri-buzione con uno schema ben preciso, fanno sì che l’immagi-ne dell’oggetto osservato cada automaticamente sul punto più sensibile della retina, senza che sia necessario mettere a fuoco. In questo modo anche chi ha problemi di vista e cioè ha occhi che per qualche motivo non mettono a fuoco correttamente, può, guardando attraverso questi schermi, vederci meglio che a occhio nudo. E’ possibile fare una prova togliendo le lenti correttive, osservando un oggetto che non si vede bene, e successivamente riguardarlo indossando i bio-occhiali

I fori di questi occhiali inducono l'occhio a cercare la luce attraverso di essi, favorendo dei micro movimenti oculari continui che costituiscono un'ottima ginnastica passiva ai fini della riabilitazione e del rilassamento della muscolatura che circonda l'occhio, mentre le lenti da vista e abitudini visive scorrette tendono ad irrigidire questi muscoli con conseguenze negative sull'efficienza visiva.
Con l'uso di questi occhiali l'oscillazione saccadica è stimolata e riabilitata, come raccomandato dal dottor Bates, nel suo Metodo di miglioramento della vista con mezzi naturali.
Con un uso graduale ma costante dei bio-occhiali si aumenta la vitalità e l’elasticità dei muscoli oculari così come aumentano anche le abilità percettiva legate alla vista, mentre gli occhi si ossigenano, si lubrificano, diminuisce lo sforzo nella messa a fuoco e si riduce la tensione, i bruciori e il senso di stanchezza.
Tutto ciò può tradursi in un miglioramento visivo vero e proprio.

Attenzione: questi occhiali si intendono rieducativi non solo perché attraverso di essi ci si vede meglio, ma perché inducono l'occhio a muoversi velocemente da un foro all'altro e insegnano un modo diverso e più efficace di usare la vista. Il fatto di potere vedere attraverso i fori meglio che a occhi nudo è utile perché facilita l'impiego di questi occhiali.

COME SI USANO
L'uso dei bio-occhiali deve essere costante per almeno sei mesi ed è necessario un periodo di graduale adattamento che varia da persona a persona. Si può cominciare con un uso di dieci, quindici minuti al giorno fino ad arrivare a circa due ore di uso giornaliero non continuativo. Devono essere usati per guardare cose che non si vedono bene ad occhio nudo senza correzione alcuna.
Proteggono gli occhi da un'eccessiva esposizione alla luce e in alcuni casi possono sostituire gli occhiali da sole, ma non hanno schermi UV. Non vanno usati per guidare, per fare movimenti veloci, in situazioni potenzialmente pericolose o quando non c'è luce sufficiente. Sono invece consigliati per leggere, guardare la televisione o lo schermo del computer e per riabituare gli occhi alla luce.
Se vengono usati in modo rilassato e con la giusta quantità di luce la percezione del reticolato tende a scomparire. Inizialmente possono dare sdoppiamento dell’immagine: in tal caso è bene stare fermi, rilassare il collo e osservare un oggetto fermo, respirando regolarmente senza farsi distrarre dal reticolato. Togliere igli occhiali quando si è stanchi di usarli, senza forzare.Terminato l’uso si consiglia di stare qualche minuto a occhi liberi, prima di indossare di nuovo gli occhiali da vista.
Dopo alcuni mesi di utilizzo degli occhiali stenopeici o non appena si dovesse riscontrare un miglioramento visivo anche minimo è bene fare rivalutare la propria vista da un professionista.

 
 
 
 
 
 

 
 
 

Quantità
  Metti nel carrello
  esamina il carrello

BIOCCHIALE Baby

 
 
 
 
 

 

 

 Disponibilità:

 
BIOCCHIALE Bimbi

 
COSA SONO?
Sono occhiali a fori stenopeici: al posto delle lenti hanno degli schermi neri su cui sono stati applicati dei piccoli fori secondo uno schema preciso. Sono utilizzati da Miopi, Astigmatici, Ipermetropi, Presbiti.

A COSA SERVONO?
I fori rotondi di questi schermi, con la loro particolare distri-buzione con uno schema ben preciso, fanno sì che l’immagi-ne dell’oggetto osservato cada automaticamente sul punto più sensibile della retina, senza che sia necessario mettere a fuoco. In questo modo anche chi ha problemi di vista e cioè ha occhi che per qualche motivo non mettono a fuoco correttamente, può, guardando attraverso questi schermi, vederci meglio che a occhio nudo. E’ possibile fare una prova togliendo le lenti correttive, osservando un oggetto che non si vede bene, e successivamente riguardarlo indossando i bio-occhiali

I fori di questi occhiali inducono l'occhio a cercare la luce attraverso di essi, favorendo dei micro movimenti oculari continui che costituiscono un'ottima ginnastica passiva ai fini della riabilitazione e del rilassamento della muscolatura che circonda l'occhio, mentre le lenti da vista e abitudini visive scorrette tendono ad irrigidire questi muscoli con conseguenze negative sull'efficienza visiva.
Con l'uso di questi occhiali l'oscillazione saccadica è stimolata e riabilitata, come raccomandato dal dottor Bates, nel suo Metodo di miglioramento della vista con mezzi naturali.
Con un uso graduale ma costante dei bio-occhiali si aumenta la vitalità e l’elasticità dei muscoli oculari così come aumentano anche le abilità percettiva legate alla vista, mentre gli occhi si ossigenano, si lubrificano, diminuisce lo sforzo nella messa a fuoco e si riduce la tensione, i bruciori e il senso di stanchezza.
Tutto ciò può tradursi in un miglioramento visivo vero e proprio.

Attenzione: questi occhiali si intendono rieducativi non solo perché attraverso di essi ci si vede meglio, ma perché inducono l'occhio a muoversi velocemente da un foro all'altro e insegnano un modo diverso e più efficace di usare la vista. Il fatto di potere vedere attraverso i fori meglio che a occhi nudo è utile perché facilita l'impiego di questi occhiali.

COME SI USANO
L'uso dei bio-occhiali deve essere costante per almeno sei mesi ed è necessario un periodo di graduale adattamento che varia da persona a persona. Si può cominciare con un uso di dieci, quindici minuti al giorno fino ad arrivare a circa due ore di uso giornaliero non continuativo. Devono essere usati per guardare cose che non si vedono bene ad occhio nudo senza correzione alcuna.
Proteggono gli occhi da un'eccessiva esposizione alla luce e in alcuni casi possono sostituire gli occhiali da sole, ma non hanno schermi UV. Non vanno usati per guidare, per fare movimenti veloci, in situazioni potenzialmente pericolose o quando non c'è luce sufficiente. Sono invece consigliati per leggere, guardare la televisione o lo schermo del computer e per riabituare gli occhi alla luce.
Se vengono usati in modo rilassato e con la giusta quantità di luce la percezione del reticolato tende a scomparire. Inizialmente possono dare sdoppiamento dell’immagine: in tal caso è bene stare fermi, rilassare il collo e osservare un oggetto fermo, respirando regolarmente senza farsi distrarre dal reticolato. Togliere igli occhiali quando si è stanchi di usarli, senza forzare.Terminato l’uso si consiglia di stare qualche minuto a occhi liberi, prima di indossare di nuovo gli occhiali da vista.
Dopo alcuni mesi di utilizzo degli occhiali stenopeici o non appena si dovesse riscontrare un miglioramento visivo anche minimo è bene fare rivalutare la propria vista da un professionista.

 
 
 
 
 
 

 
 
 

Quantità
  Metti nel carrello
  esamina il carrello

 

Occhiali STENOPEICI


BIOCCHIALE F
BIOCCHIALE Fuoco

 

BIOCCHIALE T
BIOCCHIALE Terra

 

BIOCCHIALE A
BIOCCHIALE Acqua

 

BIOCCHIALE Baby
BIOCCHIALE Bimbi

 

Consumare bene Per Vivere Meglio ! Preserva La tua Agilitŕ ! Col segreto dei maori....